Project title Project title Project title Project title Project title

Benvenuti sul sito "Amici del Vernato"

È con immenso piacere che a nome degli Amici del Vernato ho l´onore di presentarvi un nostro vecchio amico "il Vernato".
Il Vernato è il più antico quartiere della città di Biella e, la nostra associazione, che non ha scopo di lucro, si propone di far conoscere e valorizzare la storia, la cultura e gli usi e costumi del nostro Rione.
Proprio la parola "amici" sta a significare che l´associazione è aperta a chiunque voglia collaborare e portare il proprio contributo per facilitare i rapporti sociali e di buona vicinanza solidale.
Ah dimenticavo.... l´emblema dell´associazione è la foglia dell´ontano, albero presente nel nostro territorio simbolizzante nell´antichità l´eroe civilizzatore, quello che riunì gli uomini che in precedenza vivevano dispersi, fondando in tal modo una comunità abitativa.

VEDEMECUM ANTE SUICIDI

Questo articolo è stato pubblicato dal giornale 'Il Biellese' il 21/10 us.

Il Vademecum è stato realizzato dalla nostra Associazione che si è avvalsa della collaborazione del Dr. Merli Direttore della S.O.C. Asl di Biella.

Si tratta di un progetto volto a dare una maggior conoscenza  del problema segnalando le strutture adibite alla prevenzione e alla cura delle persone

 

C'era un tempo in cui...

La luce della giornata, le tenebre della notte, l'afa soffocante dell'estate ed il gelo penetrante dell'inverno scandivano la vita degli uomini, di quella piccola parte di Biella che è il Vernato-Thes... mi sembra quasi di star raccontando una favola e fra poco così sarà; solo fantasie, solo favole per quei nostri figli e nipoti che più non conoscono e non vedono il colore della terra che non cambia tonalità tra la primavera e l'estate, tra l'autunno e l'inverno; che mai hanno visto la luminosità delle stelle nel cielo troppo brillante di luci della nostra città.

Per trattenere il mondo rurale in un ricordo che resti per sempre ci siamo proposti questa associazione. È un omaggio di noi della civiltà industriale e post, a quei ultimi contadini, ormai risucchiati dai condomini e dalle fabbriche del nostro rione.

Sono loro le nostre radici, ormai in estinzione, ma alle quali con tanta nostalgia l'uomo del terzo millennio si rivolge per sapere quale è stato il suo tragitto: quando la natura, la madre-matrigna lo proteggeva o lo provocava per farlo conoscere e sopravvivere; ma poi ha incontrato la scienza e la tecnologia... e quel mondo rurale che sta diventando un ricordo sempre più lontano, in estinzione.